Privacy and Cookies


Cultura
Approfondimenti
Itinerari gps
I Paesi

Energia da vivere

Alla scoperta delle fonti e delle forme di energia...

La Val d’Agri è a tutti gli effetti “Terra dell’Energia” e non solo per il più grande giacimento petrolifero europeo su terra ferma ma soprattutto perché ha investito sulle energie pulite e oggi le offre al visitatore in un percorso turistico- didattico che consente di conoscere molte delle declinazioni possibili della parola “Energia”.

Partendo da un sentiero tra i pozzi e tra le altre “emergenze” afferenti l’estrazione il turista, mediante una visita guidata, potrà conoscere le tipologie e il funzionamento delle fonti di energia presenti sul territorio. Un tour a tema energetico che coniuga perfettamente la sete di conoscenza e il divertimento.

Suggeriamo come tappa iniziale Calvello, prezioso borgo della Val Camastra le cui dimore, multiformi e colorate, cingono stretto un colle verdeggiante. Qui, nel Bosco di Cacciatizze, a circa 1150 m. s.l.m.,immerso nel verde di una splendida faggeta, ha sede il Centro didattico energia e territorio. La visita al “museo” dà l’opportunità di conoscere, mediante un viaggio interattivo,la formazione, le fasi di estrazione e l’attività di lavorazione del petrolio. All’interno vi sono esposti: una mostra fotografica tratta dall'archivio storico dell’ Eni dal titolo “Il petrolio in Basilicata dal tempo dei pionieri ai giorni nostri”, alcuni campioni di rocce sedimentarie,vari tipi di scalpelli per la trivellazione, modellistica di piattaforme off-shore, modellistica della centrale di stoccaggio gas naturale e dell’impianto di disidratazione. E’ inoltre possibile visionare filmati relativi alla formazione del petrolio e delle diverse attività ad esso legate, documentari e documenti storici che testimoniano l’attività estrattiva in Basilicata. (I componenti dell'Associazione A.P.A.T., su prenotazione, sono disponibili per effettuare visite guidate. Orario di apertura periodo estivo : dalle 16:00 alle 19:00 , ogni ven, sab e dom, da luglio a settembre periodo invernale: solo su prenotazione al 327/3187162).

Abbandonato Calvello, scendendo tra i crinali della Sellata, nei pressi della località Cognone si apre allo sguardo dell’osservatore l’invaso della Diga di Marsico Nuovo, destinata alla irrigazione delle aree comprese nel Consorzio di Bonifica Alta Val d'Agri. Il passaggio a Marsico Nuovo permette l’accesso a Paterno dove, in località Piazzolla, nei pressi del casino Rautiis, si incrocia un'immensa estensione di terreno ricoperta da pannelli fotovoltaici di ultima generazione, qui in compagnia di guide esperte sarà possibile indagare i metodi di trasformazione dell'energia solare in energia elettrica. Tale esperienza potrà essere vissuta anche all'interno del Parco Fotovoltaico di Viggiano, nei pressi del centro gas e oli, in contrada Cembrina.

Proseguendo nel percorso, percorrendo la SPexSS276, si arriva a Tramutola, il paese dell’Energia. Del tutto unica nel suo genere è la visita ad alcuni dei 48 pozzi che l'AGIP mineraria trivellò, tra gli anni '30 e gli anni '50, nella zona Caolo. Qui, è possibile assistere ad un raro e sorprendente fenomeno naturale: l'affioramento di acqua mista a petrolio e quello di acqua calda a 32° C contenente discrete percentuali di gas. Nelle vicinanze un prototipo di un'area pozzo degli anni '30 mostra al visitatore un'antica torre di perforazione.

Incastonata nella roccia di Caolo, vi è poi, una centrale idroelettrica risalente al secondo decennio del secolo scorso, costruita sfruttando una vicina sorgente con un portata di oltre mille litri di acqua al secondo, a tutt'oggi in pieno funzionamento.

Continuando l’itinerario, avanzando verso Spinoso, ci fermiamo a Montemurro... il paese del vento, dove, nei pressi del Santuario di Maria Santissima di Servigliano sul punto più alto della Serra di Montemurro (Altopiano di Santo Jaso, 1299 m s.l.m.), dal 2002 sono presenti due parchi eolici con 36 torri. L'atmosfera è unica, il suono del vento e un panorama mozzafiato sulla Valle regalano al turista un arcaico senso d'infinito e libertà.

Infine il lago Pietra del Pertusillo, all'altezza di Spinoso, un ampio bacino artificiale ottenuto dallo sbarramento dell'alto corso dell'Agri. L'opera fu costruita per alimentare la centrale idroelettrica di Missanello. L'invaso,che occupa una superficie di 75 kmq, è oggi un vero e proprio paradiso naturale, riserva di un pregevole patrimonio ambientale.

PER INFO:

FONDAZIONE ENI ENRICO MATTEI
via del Convento 16 Viggiano (PZ)
el e fax 0975/350729
viggiano@feem.it
feem.it

ENERAGRIA
La FEEM ha ideato un progetto di valorizzazione delle forme e delle fonti di energia presenti in Val d'Agri dal titolo enerAgria
eneragria.it

CENTRO DIDATTICO ENERGIA E TERRITORIO
località Cacciatizze Calvello
per info e prenotazioni contattare l'A.P.A.T. (Associazione Promozione Arte e Territorio)
327/3187162 o il Comune di Calvello tel. 0971/921911
calvelloturismo.it
 

PRO LOCO TRAMUTOLA
329/1911163 - 320/4038012
luigimarotta57@tiscali.it - vincenzo.losasso@gmail.com
prolocotramutola.it