Privacy and Cookies


Cultura
Approfondimenti
Itinerari gps
I Paesi

GreanRoad cultura

In viaggio nel tempo tra personaggi illustri parchi e musei!

Il Progetto “GREEN ROAD BASILICATA” propone un'innovativa progettazione di integrazione tra la terra e il mare attraverso itinerari non tradizionali, che si sviluppano in percorsi, attività e iniziative nel pieno rispetto dello sviluppo sostenibile ambientale. Obiettivo è ridurre la concentrazione del turismo nei tradizionali circuiti estivi, prendendo in esame le possibilità di distribuzione dei flussi per l’intero arco dell’anno nelle aree dell’entroterra lucano, caratterizzate da un patrimonio naturalistico, culturale ed enogastronomico capillarmente diffuso, ma non adeguatamente conosciuto e valorizzato. L’idea è, dunque, di favorire un “modello” di sviluppo turistico basato sull’integrazione dei due prodotti favorendo un turismo sostenibile, dal punto di vista ambientale, economico e sociale. 

 

Un percorso affascinante alla scoperta di paesaggi incantevoli, ricchi di storia e tradizioni, luoghi magici, in cui mito e realtà si confondono. L’itinerario prevede diverse tappe, la prima nel cuore della Magna Grecia a Metaponto. Qui il visitatore potrà ammirare i resti del tempio dedicato alla Dea Hera, realizzato in stile dorico nel 530 a.C, di cui si conserva parte del colonnato esterno. Nell'area archeologica delle Tavole Palatine è poi da visitare il museo archeologico "Antiquarium di Metaponto". Il viaggio prosegue verso Policoro e il suo Parco Archeologico, che custodisce i resti dell'antica città di Siris-Herakleia. In prossimità dell’area è ubicato il Museo Archeologico Nazionale di Policoro, nel quale vengono presentati i rinvenimenti più significativi delle due città greche e dei centri indigeni dell’entroterra. Si prosegue poi verso la “città fantasma” di Craco, borgo disabitato dagli anni sessanta. L’atmosfera che domina in questo spaccato di “mondo” è surreale, resa magica da case strette realizzate in roccia calcarea. Abbandonando la “città fantasma” , si prosegue per Tursi, l’antico borgo saraceno legato alla poesia del grande poeta, Albino Pierro. Il Parco letterario di Pierro,  il noto quartiere arabo della “Rabatana” (da 'Rabhàdi', borgo) e Il maestoso Santuario di Anglona rendono Tursi uno dei posti più suggestivi e apprezzati della Basilicata. Da Tursi il viaggio procede verso l’affascinante paese dei calanchi e di Carlo Levi, Aliano. La ricostruzione per le vie del centro della famosa opera di Levi “Cristo si è Fermato ad Eboli”, realizzata grazie al Parco Letterario dedicato allo scrittore torinese, rende interessante la passeggiata nel borgo. Vi suggeriamo di visitare il museo della "Civiltà contadina", il museo di "Carlo Levi" e la casa in cui visse l'autore. Il percorso continua a Sant’Arcangelo, il paese che deve la sua fama al monastero di Santa Maria d’Orsoleo, oggi sede della fondazione “Città della pace”, uno dei monumenti religiosi più importanti della regione, edificato in un contesto paesaggistico di grande suggestione. Il chiostro, attorno a cui si sviluppa, conserva numerosi affreschi del 1500. Abbandonato l’abitato di S.Arcangelo, si raggiunge uno dei borghi più belli d’Italia, “il paese delle case in pietra”, Guardia Perticara, un magico borgo ristrutturato dopo il terremoto del 1980 e restituito al suo antico splendore. Di grande valore storico, all’interno del Palazzo Montano, la mostra archeologica sugli Enotri. Riprendendo la statale 598 (Fondovalle dell’Agri) raggiungiamo Montemurro, piccolo borgo collegato alla figura del poeta–ingegnere Leonardo Sinisgalli, diventato centro di cultura con l’istituzione della Fondazione in onore dell’illustre intellettuale e della casa-museo “Leonardo Sinisgalli” ubicata nel palazzo in corso Sinisgalli, una delle principali strade urbane del centro. Proseguiamo poi in direzione Grumento Nova, l’antica città romana di Grumentum, il più importante sito romano della Basilicata. Da visitare il Museo Nazionale dell’Alta Val d’Agri e il Parco Archeologico che conta su un’estensione di più di 40 ettari. 
Green Road Basilicata vi permette di esplorare, in unico percorso, molte delle tappe più salienti della storia d’Italia.