Privacy and Cookies


I Paesi

Visita tutto l'anno il Parco Nazionale dell'Appennino lucano

Riscopri il valore della natura e dei suoi paesaggi con gli itinerari del Parco Nazionale dell'Appennino lucano: una riserva da scoprire, conoscere, assaporare. La natura qui è uno spettacolo per lo sguardo. Foreste secolari e verdeggianti come l'Abetina di Laurenzana e la Faggeta di Moliterno; orchidee dai meravigliosi colori di cui gli esperti ne contano 60 specie diverse; maestose montagne come il Monte Sirino o il Monte Volturino; deliziosi piatti dal gusto antico, sono solo alcune delle peculiarità di questo Parco.  Le montagne emanano suoni incontaminati e freschi odori di selvatico. Accolgono i visitatori in un abbraccio paterno. Liberano gli animi nelle atmosfere più suggestive. In primavera è una meraviglia per gli occhi  il lago glaciale più a sud d'Europa: il Laudemio, situato alle pendici del Monte Papa. Avvolto da un'aura di mistero e magia, qui l'uomo si trasforma in albero secondo un antico rito della tradizione carnevalesca e diventa 'Rumit'. Nel cuore del Parco fa eco la storia degli antichi popoli che abitarono l'antica città  di Grumentum dove si conserva un prezioso sito archeologico: il Parco archeologico di Grumentum.

La tua visita in Basilicata sarà un viaggio affascinante tra natura, storia e cultura attraverso i sentieri del PNAL e dei suoi borghi.  Dai mille tesori nascosti si rivelerà come terra dai tanti volti e dai sapori più originali. La zuppa di fagioli di Sarconi è tra le ricette più antiche di questo angolo di Basilicata, ottimi se accompagnati con il vino rosso Terre dell'Alta Val d'Agri di Viggiano. E se preferisci il pasto classico dei contadini dovrai mangiare il pane con il canestrato di Moliterno. Un formaggio dal gusto forte e nutriente. Potrai arricchirlo anche con una fetta di prosciutto di Marsicovetere.

Tra le attività all'aperto potrai divertirti a praticare d'inverno lo sci e le camminate con le ciaspole. Nelle stagioni più calde l'arrampicata, il trekking e il birdwatching per osservare in esclusiva l'elegante cicogna nera o il simpatico capovaccaio, ma anche il grifone, il picchio rosso e tanti altri meravigliosi uccelli.

 

Ecco i 12 itinerari tra natura, storia e riti che ricordano la notte dei tempi.

- Dalla Sellata al Monte Arioso, Via delle Nevi

- Satriano e la Via delle Maschere

- Via dell'Arte, Montemurro

- Via delle Orchidee, Moliterno

- Via dei Santuari

- Via del Pellegrino, Abriola 

- Via degli antichi mestieri,  Il Frassati di Sasso di Castalda

- Via dell'Archeologia e del Teatro

- Lagonegro, Via delle Pietre, dal Laudemio al Monte Alpi

- Via delle Acque

- Castelsaraceno, via dei Due Parchi

- Via delle Stelle ad Anzi: Planetario e Presepe Poliscenico

Per ulteriori info visita il sito del PNAL